“Digital natives” and “Digital immigrants” towards a “Digital wisdom”


Abstract

Con l’avanzare prepotente della tecnologia, sia nelle abitudini quotidiane di vita, tanto quanto “nell’azione didattica” a scuola, sembra utile iniziare a parlare di un nuovo concetto: quello di “saggezza digitale”, proposto e corroborato nelle recenti ricerche dello studioso americano, Marc Prensky.  La “saggezza digitale”, appare dunque, come un nuovo costrutto, che sta iniziando ora a svilupparsi. Una decina di anni fa, Prensky,  ha affrontato una difficoltà  coniando  le metafore di “nativi digitali”, e “immigrati digitali”. I primi, sono le persone nate nel mondo digitale, che pur potendo non essere onniscienti, si trovano molto a proprio agio, con l’uso della tecnologia, considerandola una parte fondamentale della propria vita. Mentre, gli “immigrati digitali”, sono le persone cresciute nel mondo pre-digitale, che spesso guardano alla tecnologia con timore, sospetto e diffidenza.